Nintendo ribadisce le sue politiche in fatto di cross-platform